Tra le sue influenze cita persino Battisti ma produce per la DFA, l’etichetta di James Murphy, creando una musica quasi indefinibile, poliritmica, psichedelica, viscerale, condita da una attenzione per le liriche insolite nella musica elettronica. Nasce in un borgo vicino ad Atene, lo abbandona per Milano ma poi ci ritorna, passando per i palchi di mezzo mondo e facendosi conoscere anche per le sue performance esplosive.

La sperimentazione, lo scontro tra diversi è l’essenza della sua musica: perfetta per il nostro rito fatto di contrasti!

Larry Gus è il nostro primo sciamano di quest’anno. Che fai, non ci vieni?